Roma-Capalbio by Tim Davis & Collettivo [NOVE]

Capalbio è abbastanza vicino a Roma, molte volte troppo vicino, forse

just around the corner ; quella distanza che separa questi luoghi è piena e vuota allo stesso tempo.

Nove votografi hanno “viaggiato” sulla Roma-Capalbio, partendo dalla storica foto di Tim Davis “Motel Boomerang”,simbolicamente appena passato l’anello del raccordo anulare, fino a quella dei cavalli ritratti da Metthew Montheith proprio all’uscita Capalbio.

La Maremma laziale, terra di enormi latifondi e di pochi paesi, è stata popolata e costruita di strane cubature novecentesche che lungo l’Aurelia costituivano la base per strane insegne, da sempre patrimonio appetibile per la fotografia.

E poi la ferrovia e il suo viaggio più segreto a mare e a monte dell’ Aurelia stessa, in un vedere di mare e campagne e strane case, centrali e numeri tecnici di velocità.

Avanti e indietro, con il sole davanti e dietro, spesso di notte.

Immagini degli americani TIM DAVIS, METTHEW MONTHEITH e del collettivo [NOVE] costiuito da LORENZO MACCOTTA, DAVIS SCHIVO, DIMITRI ANGELINI, ELEONORA CALVELLI, FEDERICO CIAMEI, ALESSANDRO DANDINI DA SYLVA, SARA IANNUCCI, ANTONELLO MAZZEI, MARCO RAPACCINI.